torna su
creato da chiaroweb

Naxos, l’isola per tutti

Torna alla pagina precedente

Naxos è la più grande delle isole Cicladi ed è una delle meno sfruttate turisticamente, perciò è ancora incontaminata. Lunghe e deserte spiagge di sabbia bianca e fine, pittoreschi villaggi e numerosi tesori di interesse archeologico rendono l’isola un luogo da scoprire e da ricordare. Lunga la storia di questa isola presente già nella mitologia: si narra che qui Dioniso si invaghi di Arianna e sempre Dioniso portò su quest’isola la vite da cui ancora oggi si ottengono ottimi vini bianchi e rosati.


Il capoluogo dell’isola di Naxos, Hora, conserva le vestigia di antichi fasti derivanti dalle dominazioni veneziane e bizantine e si affaccia sul principale porto dell’isola. Arrivando in nave il colpo d’occhio è strabiliante con le case bianche che si arrampicano sulla collina sulla cui cima si erge il castello raggiungibile attraverso le viuzze strette e tortuose del centro cittadino. Sulla destra si può invece ammirare l’isolotto di Palatia collegato alla riva da una stretta lingua di terra. Nei pressi del porto e su tutto il lungomare (detto Protopapadaki) si trovano moltissime taverne e ottimi ristoranti, più all’interno il centro sale in un groviglio di viuzze, archi, stretti passaggi e antiche dimore in stile veneziano fino al Kastro. Da vedere in città oltre al già menzionato Kastro, la zona a nord del lungomare dove si trovano innumerevoli chiese e cappelle (tra cui spicca la settecentesca Metropolis). Al Museo Metropolis sono esposti i resti di un’antica città micenea. Da visitare anche il Museo Archeologico, il Museo Veneziano Della Rocca-Barozzi e la Cattedrale Cattolica.

Escursioni sull’isola di Naxos

Da visitare nel resto dell’isola l’incantevole regione della Tragaea, una vasta pianura ricca di uliveti dove si possono ancora vedere villaggi incantevoli e pressoché incontaminati, il più grande di questi è Filoti e si trova alle pendici del monte Zeus. Nelle vicinanze da non perdere una visita alla Grotta di Zeus (Zas). Nella stessa regione vale la pena di visitare anche Halki, una bella cittadina dove potrete assaggiare il tipico liquore al cedro (Kitron) e visitare l’Olivier un’interessante galleria di ceramiche. A nord di Halki sorge una delle più antiche chiese greche, la Panagia Drosiani, un dedalo di cappelle simili a grotte decorate con affreschi del VII secolo. A Sangri sorge un magnifico edificio a forma di torre detto Castello Bazeos che oggi ospita frequenti manifestazioni culturali e mostre. Nel vostro tour dell’isola potete visitare anche tre villaggi molto caratteristici Apiranthos, Moutsona e Apollona.

Le spiagge di Naxos

Le spiagge più famose sono quelle di Aghios Prokopios e Aghios Georgios, facili da raggiungere ed attrezzate turisticamente. Tranquille e lunghissime sono invece le spiagge di Aghia Anna e Kastraki, mentre la spiaggia di Mikri Vigla è la più amata da coloro che praticano windsurf.

A sud-est di Naxos vi sono un gruppo di isolette con magnifiche spiagge e mare incontaminato; tra queste si segnalano per la loro bellezza Iraklia e Koufonissia

Torna alla pagina precedente