torna su
creato da chiaroweb

Kalymnos: arrampicate e immersioni

Torna alla pagina precedente


Delle diciotto isole del Dodecaneso Kalymnos è una delle meno turistiche, caratteristica dovuta in parte al carattere ritroso dei suoi abitanti e in parte al fatto che si è votata al turismo solo in anni recenti quando la tradizionale pesca delle spugne, attività prevalente dei suoi abitanti, è diventata meno proficua ed è andata lentamente scomparendo.

Free climbing a picco sul mare a Kalymnos

Per questo è un luogo adatto a chi ama le tradizioni, l’ottima cucina e un ambiente naturale selvaggio e incontaminato. Ma è il 1997 l’anno della svolta per questa piccola isola che in pochi anni è diventato un vero tempio dell’arrampicata sportiva tanto che ogni anno si svolge un meeting d’arrampicata durante il quale vengono chiodate nuove vie e falesie.

Le città e le escursioni sull’isola di Kalymnos

Porto e capoluogo di Kalymnos è Pothias disposta ad anfiteatro in una baia della costa meridionale, un vero spettacolo con le sue tinte pastello e le linee classicheggianti. E’ una città piuttosto grande per gli standard del Dodecaneso e forse per questo è allegramente caotica, vale la pena una visita anche se preferite la tranquillità perché questo è il vero centro dell’isola. Dopo una visita a Pothia potete proseguire verso nord per vedere una serie di villaggi molto vicini tra loro. Sulla strada per Horio troverete le rovine del Castello dei Cavalieri di San Giovanni e al suo interno una chiesetta. Da Horio potete fare una visita a Pera Kastro, un antico villaggio con resti di case in pietra, da dove si gode uno splendido paesaggio. Incantevoli vedute e panorami anche a Panormos, un villaggio a 5 km da Pothia. Da qui inoltre potete raggiungere a piedi le spiagge sabbiose di Kandouni, Linaria e Platys Gialos. Sempre da Panormos potete decidere di continuare verso la costa ovest verso tre paesi vicini: Myrties con la sua spiaggia di sabbia scura, Masouri e Armeos con i litorali più belli. Qui si svolge gran parte della vita balneare dell’isola.

Le spiagge di Kalymnos e altri itinerari

Da Masouri si snoda una bella strada costiera panoramica fino a Emborios dove trovata una piacevole spiaggia di sabbia e ciotoli. Consigliamo poi un’escursione sull’isoletta di Telendos: tranquilla, quasi del tutto priva di traffico e con un piccolo borgo sul molo. Oltre alle rovine di una basilica paleocristiana l’attrattiva dell’isola sono le spiagge, vi segnaliamo la spiaggia di Hohlakas, vicino al molo, e Paradise Beach a nord di Telendos che è frequentata dai nudisti.

Per chi cerca la tranquillità può trovarla a Vathy, 13 km a nord-est di Pothia, dove un altissimo fiordo si insinua tra le scogliere e una rete di viottoli si snoda tra gli agrumeti. Dal porto di Vathy si possono inoltre prendere taxi d’acqua verso le calette dei dintorni.

Torna alla pagina precedente