torna su
creato da chiaroweb

Info Isole Cicladi

Torna alla pagina precedente

Gruppo di isole, costituito da 56 piccole e grandi isole sparse per l’azzurrissimo Egeo.

Alcune molto note, altre invece sono quasi sconosciute all’attuale flusso turistico. Sono considerate un luogo ideale per le vacanze, adatto a tutti i tipi di visitatori.

Fatte di un impasto di pietra, luce e salsedine marina, si estendono a sud-est del Peloponneso, delle coste dell’Attica ed arrivano fino ad ovest di Samos e di Icaria, incontrandosi verso sud, con il Kritikon Pelagos, il mare di Creta.

Secondo la tradizione prevalente, devono il proprio nome al fatto di formare un cerchio intorno all’isola sacra di Delo.

Le grazie di queste isole vi attrassero l’uomo fin da epoche antichissime, quando ancora il raggiungerle rappresentava una difficile impresa. Qui vide i natali una delle più importanti tra le antiche civiltà mediterranee, che del resto, prese proprio il nome da quello delle isole: la civiltà cicladica (3.000 – 1000 a.C.).

I geologi attribuiscono l’attuale forma peculiare delle Cicladi all’avvicendarsi di modificazioni geologiche – terremoti, eruzioni vulcaniche, spostamenti della crosta terrestre – che sommersero molte parti di terraferma. Molti, ancora, credono che una di queste costituisse il continente scomparso di Atlantide.

I profili multiformi delle isole, che delineano sorgendo dalle azzurre acque dell’Egeo, immerse nella luce abbagliante, ed ornate da bianchissime casette, sembrano “Cavalli di pietra con le criniere ritte”, come dice il poeta Odisseas Elitis. E soprattutto gli uomini che le abitano e che hanno una particolare concezione della vita, animano i veicoli dei paesi, ed i sentieri delle campagne insulari, le innumerevoli chiesette campestri, i mulini a vento, le piccionaie, i pendii battuti dal vento, costituendo un elemento basilare del loro fascino.

Anche se esistono caratteristiche comuni, a grandi linee – mare luccicante, sole, paesaggio sobrio ed architettura singolare – ogni isola conserva la sua unicità, che il visitatore può discernere se le esamina separatamente.

Il clima delle Cicladi è mediterraneo, con una temperatura media annuale di 18-19°C, con inverni miti ed estati fresche, se comparate con lo standard della Grecia, a motivo dei benefici venti stagionali che si chiamano “meltemia”.

Torna alla pagina precedente